Pizza dolce di Pasqua


È una ricetta tipica del centro Italia: Bassa Toscana, Lazio, Umbria e Abruzzo, esiste anche la versione salata al Formaggio, ma questa ricetta la pubblicherò prossimamente.

Oggi la pizza dolce viene preparata anche industrialmente e per questo motivo la ricetta risulta leggermente modificata rispetto a quella originaria, che viene invece ancora tramandata nei paesi intorno a Terni. La pizza che si può gustare nelle case dei contadini si presenta meno raffinata nell’impasto, ma, proprio per questo è più caratteristica e buona. Per l’impasto è necessario preparare il lievito fin dal giorno precedente.
Ingredienti

per il lievito:
25 gr di lievito di birra
250 gr di farina
1/8 di litro di latte circa
acqua quanto basta a formare un impasto morbido

per l’impasto:
5 uova
650 gr di farina
1/8 di litro di latte circa
70 gr di burro
80 gr di strutto
75 gr di zucchero vanigliato
1 bustina di vanillina
72 gr di lievito di birra
liquore per pizze dolci*

* Il liquore per pizze dolci è un preparato che si può acquistare soltanto nei negozi specializzati del ternano (drogherie, enoteche, ecc.). Nel caso non fosse possibile reperirlo, lo si può sostituire con liquore specifico per maritozzi o estratto di fiori d’arancio.

Preparazione del lievito: Versare la farina in una terrina, creare una piccola conca al centro e versarvi il lievito di birra precedentemente sciolto nel latte insieme a poca acqua. Mescolare il tutto aggiungendo altra acqua tiepida quanta ne occorre per ottenere un impasto morbido e consistente che potrà essere raccolto a forma di palla. Incidere la palla con due tagli a croce, coprire con un panno e riporla in un luogo tiepido fino al giorno successivo.

Preparazione dell’impasto: Disporre la rimanente farina sulla spianatoia; aggiungere le uova intere, lo zucchero, il burro, lo strutto sciolto in poco latte, il rimanente lievito di birra sciolto nel latte rimasto. Infine, la pasta lievitata sbriciolata, la vanillina, il liquore e impastare tutti gli ingredienti. Se l’impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungere ancora un po’ d’acqua.
Imburrare e infarinare una tortiera circolare dalle pareti alte, in cui la pasta dovrà occupare circa 1/3 del volume disponibile (ca 25 cm di diametro).
Maneggiare finché la pasta non sarà diventata liscia. Sollevarla ripetutamente dalla spianatoia e lasciarla ricadere al fine di renderla più elastica.
Versare l’impasto nello stampo e lasciarlo riposare. Quando sarà aumentato di circa il triplo (ca 3 ore), infornare a 150° (o finché non si sarà formata una crosta dorata). Va tenuta in ambiente tiepido e privo di correnti d’aria.

6 thoughts on “Pizza dolce di Pasqua

  1. Non potevo mancare alla Tua Pizza Dolce.
    La Tua ricetta la proverò ( ma già la “sento ” dolcissima”)
    Tonando alle mie parti ( che Tu conosci), la pizza di pan di spagna infarcita
    di crema viene bagnata con caffè, marsala, anisetta, maraschino ( liquori che una volta
    la “povera gente” poteva permettersi o quasi.

    Felice giorno Pat
    Gina

  2. io sono stata nel molise x20 anni e conosco bene la pizza e come dici tu era diversa molto più rustica , ma questa a vederla mi piace la proverò….ciao

    • Ciao, non conosco la versione molisana, se hai una ricetta mi piacerebbe molto provarla.
      Anche qui nel Lazio si usa prevalentemente la versione “Rustica” ossia salata, spesso con l’aggiunta di formaggio di pecora all’impasto e si usa accompagnarla con dei salumi, il giorno di pasquetta è tradizione consumarla durante il picnic proprio in questa maniera.

      …a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...